Donare il tempo

donare_tempo.jpg

Il volontariato è una realtà straordinariamente viva, un fenomeno numericamente rilevante e con impatti importanti sui sistemi di welfare.

Il volontariato d’azienda, cioè la possibilità di svolgere durante l’orario di lavoro attività in favore di organizzazioni no profit, può diventare un moderno strumento per creare comunità e favorire la condivisione di esperienze.

Negli ultimi anni Generali sta ampliando forme di volontariato d’azienda. Inoltre, in alcuni Paesi dove non sono presenti progetti strutturati, sono state realizzate iniziative con il coinvolgimento dei collaboratori, che hanno raccolto somme di denaro, beni in natura o hanno aderito a forme di volontariato di vario genere; in alcuni casi si è trattato di iniziative spontanee, mentre in altri esse sono state favorite dalle stesse società.

Volontariato, un'idea vincente

A fine 2013 è stato lanciato un concorso di idee dedicato a tutti i dipendenti del Gruppo, invitati a proporre un progetto di volontariato per contribuire concretamente al miglioramento della qualità della vita della propria comunità.

Sono pervenute oltre 200 domande provenienti da 24 Paesi diversi, garantendo all’iniziativa una buona diversificazione in termini di approccio culturale e di esperienze.

La giuria, formata da quattro dipendenti di Generali e un rappresentante del mondo del volontariato, ha proposto una rosa finale di cinque progetti, presentati il 16 luglio 2014 a Trieste.

È risultata vincitrice Generali School, la proposta di un dipendente di Generali España finalizzata a consentire agli studenti appartenenti a famiglie che a causa della crisi economica rischiano l’esclusione sociale, di avere accesso a servizi educativi di sostegno e a una corretta alimentazione.

Nel progetto vincitore la giuria ha riscontrato tutti i requisisti richiesti dal bando: la possibilità di migliorare la vita di un ampio numero di persone, di avere ricadute effettive sulle comunità locali con benefici quantificabili, di coinvolgere un ampio numero di colleghi e la facile replicabilità in altri Paesi.

L’idea vincitrice si estrinseca in due parti: Generali private lessons ha lo scopo di aiutare gli studenti nei loro compiti scolastici e di fornire attività educative di supporto, sfruttando le competenze e le conoscenze dei dipendenti del Gruppo.

La seconda parte, Generali meal benefits, punta ad assicurare l’accesso ai pasti erogati dalle mense scolastiche anche a chi non è in grado di sostenerne il costo.

Come previsto dal regolamento del concorso, si sta collaborando con il vincitore per definire puntualmente i vari aspetti del progetto che verrà avviato con l’inizio del nuovo anno scolastico.

200 partecipanti e 24 Paesi