Lettera del Presidente e del Group CEO

Il Gruppo Generali ha registrato nell’ultimo anno eccellenti risultati di business, con la grande soddisfazione di aver raggiunto in largo anticipo i principali obiettivi finanziari che erano stati annunciati due anni fa. Gli stessi numeri che si leggono nei nostri bilanci e nelle presentazioni ai mercati possono però essere letti anche con lenti diverse - quelle della sostenibilità, pensando tra l’altro che il business che svolgiamo è basato su impegni presi oggi e che devono essere mantenuti in un futuro più o meno lontano. La Vision di Generali è ancora più esplicita: proteggere attivamente e migliorare la vita delle persone. Per citare un esempio, ogni volta che investiamo i nostri asset finanziari su determinati titoli, contribuiamo allo sviluppo delle imprese. O anche, ogni volta che liquidiamo le rendite delle nostre polizze o dei nostri fondi pensione contribuiamo a preservare il tenore di vita delle famiglie e il loro benessere, o ad aiutarle a realizzare un sogno tenuto nel cassetto.

Dal punto di vista dei processi aziendali, la nostra responsabilità sociale si fonda su impegni precisi e regole condivise dalla comunità internazionale. Ad esempio, nei confronti dei dieci princìpi del Global Compact, relativi al rispetto dei diritti umani e del lavoro, alla tutela dell’ambiente e alla lotta alla corruzione. Dal 2007 sosteniamo questa iniziativa delle Nazioni Unite, che incoraggia le imprese di tutto il mondo a promuovere un sistema economico sostenibile, per garantire a chiunque l’opportunità di condividerne i benefici.

E per quanto riguarda il rischio ambientale, il più globale dei rischi, promuoviamo in prima persona l’impegno a ridurre i consumi di risorse naturali e le emissioni di gas ad effetto serra, e adottiamo un sistematico approccio precauzionale per la prevenzione di gravi danni sul territorio.

Ma c’è di più. Nel nostro ruolo di grande impresa crediamo nella moral obligation che abbiamo nei confronti della società: ascoltare coloro che hanno bisogno, andando oltre i confini del puro business. Nel 2014 ci siamo impegnati in centinaia di iniziative realizzate in tutto il mondo, alcune rilevanti e di grande impatto, altre minori (ma solo come dimensioni), tutte innovative e promettenti. Il Gruppo ha impegnato globalmente 33 milioni di euro in attività di sponsorship e di donazioni che hanno avuto ad oggetto la cultura, lo sport, la ricerca scientifica, l’educazione, la medicina, l’assistenza - con un occhio particolare alle comunità dove siamo presenti. Sono progetti coerenti con la nostra idea di sostenibilità: avere una visione di lungo periodo, traguardare il domani. E siamo d’altra parte convinti che in una società migliore vi siano maggiori possibilità di avere successo come player d’impresa globali.

Nella Relazione Annuale Integrata abbiamo ringraziato innanzitutto i quasi 80 mila colleghi che ogni giorno lavorano con noi. Ma quando parliamo di sostenibilità, a maggior ragione il perimetro si allarga a tutti coloro che contribuiscono a rendere migliore il nostro business: azionisti, agenti, fornitori, clienti, e chiunque abbia a cuore lo sviluppo e la prosperità del mondo in cui viviamo. Noi siamo della partita.

Gabriele Galateri di Genola
Presidente

prima-firma.png

Mario Greco
Group CEO

mario_greco.jpg